ADOLESCENTI E ADULTI



La valutazione psicodiagnostica è uno strumento che permette al terapeuta di conoscere meglio il paziente, le sue dinamiche funzionali e le sue difficoltà e alla persona di avere una maggiore conoscenza di sè. Permette inoltre di comprendere e raccogliere informazioni inerenti la natura e le cause della problematica portata dalla persona. Questo processo si avvale del colloquio psicologico per raccogliere dati inerenti la storia, il vissuto, i problemi che il paziente ha dovuto affrontare nella sua vita e le strategie con cui ha provato, riuscendo o meno, a risolverli e che possono aver contribuito all’insorgenza del disturbo o alla condizione di attuale sofferenza. La comprensione psicologica e la condivisione emotivo-cognitiva di aspetti del Sé, sono gli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere, aiutando in seguito la persona a trovare e sperimentare modalità alternative e più funzionali per approcciare e risolvere quella determinata problematica. Un altro strumento essenziale è l’utilizzo di test che completa ed integra le informazioni raccolte durante i colloqui, permette la valutazione di funzioni o caratteristiche specifiche di personalità e consente di avere una conferma o disconferma delle osservazioni cliniche.


La diagnosi non è “un’etichetta” che si dà al paziente, ma una descrizione dinamica di una modalità di funzionamento sempre passibile di cambiamento nel tempo.




L’intervento si svolgerà attraverso colloqui individuali finalizzati all’ascolto e al sostegno per il superamento delle difficoltà che possono essere legate a: